10 gennaio 2020
CATEGORIA: Arte Italiana

Le donne nell’arte: una grande mostra a Brescia le racconta

exposição-mestres-do-renascimento-3

Arte Rivista, Brescia

Dame eleganti e semplici popolane, eroine bibliche e mitologiche, seducenti modelle e coraggiose regine: saranno loro le protagoniste indiscusse della grande mostra tematica “Donne nell’arte. Da Tiziano a Boldini” in programma dal 18 gennaio al 7 giugno a Palazzo Martinengo, a Brescia. Una mostra che attraversa circa cinque secoli di storia dell’arte, dal Rinascimento alla Belle Epoque, per raccontare l’universo femminile attraverso i capolavori di artisti come Guercino, Pitocchetto, Appiani, Hayez, Zandomeneghi e Boldini. Un’occasione unica non solo per riscoprire il ruolo centrale che la donna ha sempre avuto nell’arte, ma anche per ammirare, per la prima volta in Italia, uno dei capolavori più celebri di Tiziano.

Si tratta della celebre “Maddalena penitente”, di cui Tiziano dipinse diverse varianti esposte in numerosi musei d’Europa; in questo caso si tratta di una versione mai vista, appartenente ad una collezione privata, databile intorno al 1558 e dunque successiva alla Maddalena conservata presso la Galleria Palatina di Firenze.

 

 

Articolo scritto da:
Francesca Grazioli

Francesca Grazioli

Nata a Milano nel 1985, nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in Marketing e comunicazione d'impresa presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista, dal 2014 è una tra i primi collaboratori di Arte Rivista.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Arte Italiana
  • biggi
    Arte Rivista – Mantova Si intitola “Il tempo della natura, gli spazi della realtà” la grande antologica che Palazzo Ducale di Mantova dedica a Gastone Biggi. Cur
  • artemisia-gentileschi
    Arte Rivista – Londra Uno degli eventi artistici del 2020, la mostra “Artemisia” alla National Gallery di Londra, apre i battenti dopo il rinvio a causa del lockdown, ed
  • 20200618_125110
    Arte Rivista – Genova Viaggiare, visitare luoghi, conoscere culture e affascinarsi. Questo è ciò che ci è mancato e di cui ci siamo privati durante il lockdown, non sapend