16 maggio 2020
CATEGORIA: Arte Italiana

Addio a Nanda Vigo, regina della luce

nanda vigo

Arte Rivista – Milano

Si è spenta oggi Nanda Vigo, architetto, designer e artista milanese classe 1936. Un personaggio poliedrico e versatile che ha giocato un ruolo centrale nella ricerca artistica italiana degli anni ’60-’70, annoverando fra le sue collaborazioni più autorevoli quelle con Giò Ponti, Lucio Fontana e Piero Manzoni (del quale fu la compagna).
Per oltre mezzo secolo l’artista ha fatto della luce la sua materia d’elezione realizzando sculture e installazioni. Nanda Vigo ha indagato le relazioni tra lo spazio e la luce, con l’obiettivo di cercare di ‘trattenere la luce’, superandone l’immaterialità. E’ con questo spirito che nel 1964 elaborò il “Manifesto cronotopico”, la teoria della modificazione dello spazio attraverso la luce e il coinvolgimento sensoriale “di chi fruisce di spazi e oggetti”. Le sue opere sono esposte in tutto il mondo. Solo qualche mese fa, Palazzo Reale di Milano le aveva dedicato un’ampia antologica.

 

Articolo scritto da:
Francesca Grazioli

Francesca Grazioli

Nata a Milano nel 1985, nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in Marketing e comunicazione d'impresa presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista, dal 2014 è una tra i primi collaboratori di Arte Rivista.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Arte Italiana
  • pompei
    Arte Rivista – Pompei Ancora una straordinaria scoperta a Pompei: nei nuovi scavi ripresi all’interno del progetto di manutenzione e restauro della Regio V riaffiora un
  • david-1400x620
    Arte Rivista – Firenze La riproduzione del David di Michelangelo andrà a Dubai per essere collocata al centro del Padiglione dell’Italia alla prossima Expo. Sono finalment
  • TvBoy_3-top
    Arte Rivista – Milano È la prima opera di street art “immortale” perchè vive anche in digitale grazie a un filtro Instagram in realtà aumentata. La nuova insta