25 maggio 2017
CATEGORIA: Flash

Attenzione ai falsi

falsi

In redazione è arrivata questa comunicazione da parte dell’Archivio Mambor, che avvisa i collezionisti di prestare attenzione ad alcune opere false dell’artista Renato Mambor che stanno circolando sulla piattaforma Ebay. La lettera, nell’immagine in originale, è qui di seguito riportata per comodità del lettore:

 

“Da qualche tempo sono presenti sulla piattaforma Ebay una serie di oggetti proposti in vendita
come litografie, opere multiple di Renato Mambor.
L’Archivio Mambor si dissocia assolutamente dalla vendita di questi oggetti che non sono mai stati autorizzati nè dall’Archivio Mambor nè dall’Artista quando era in
vita. La firma non è di pugno dell’artista e i certificati di autenticità rilasciati non provengono
dall’Archivio Mambor nè in precedenza sono stati rilasciati dall’Artista.
Si informano quindi i collezionisti interessati all’acquisto di questi oggetti che si tratta di grossolane copie non dichiarate come tali. Per questo motivo l’Archivio Mambor si sta muovendo presso le sedi competenti.
In fede,
Patrizia Mambor
Presidente Archivio Renato Mambor”

Articolo scritto da:
Francesca Grazioli

Francesca Grazioli

Nata a Milano nel 1985, nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in Marketing e comunicazione d'impresa presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista, dal 2014 è una tra i primi collaboratori di Arte Rivista.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Flash
  • altalene-rosa-muro-usa-messico-1
    Arte Rivista, Messico Altalene rosa per “abbattere” il muro al confine tra Usa e Messico. A realizzare il progetto, denominato “Teeter totter wall” (muro al
  • Quatre-Caps-Not-Longer-Life-Caravaggio-532x420
    Arte Rivista, Madrid Come sarebbero state le composizioni di natura morta dipinte da Caravaggio o Monet se la frutta e la verdura al centro delle loro tele fosse stata ricoperta da
  • 3
    E’ scomparso a 88 anni Robert M. Pirsig, autore di uno dei libri che fecero la storia dell’editoria americana degli anni ’70, “Lo zen e l’arte della manutenzione