18 maggio 2017
CATEGORIA: Mostre ed Eventi

Un colossale Damien Hirst a Venezia

Damien_Hirst_Venezia

Fino al 3 dicembre, Palazzo Grassi e Punta della Dogana presentano “Treasures from the Wreck of the Unbelievable”, la prima grande mostra dedicata a Damien Hirst in Italia.

Curata da Elena Geuna, la mostra si estende lungo i 5.000 metri quadrati espositivi delle due sedi veneziane della Pinault Collection, che per la prima volta sono affidate entrambe a un singolo artista.

hirst venezia 2“Treasures from the Wreck of the Unbelievable” è un progetto complesso, eccezionale nelle dimensioni e nei propositi. Il contenuto della mostra è stato tenuto nascosto fino all’ultimo momento e racconta l’operazione di recupero di alcuni oggetti naufragati insieme alla grande nave “Unbelievable” duemila anni fa al largo di una non meglio specificata costa dell’Africa orientale. La mostra espone quasi 200 oggetti recuperati da questo misterioso relitto, ritrovato dagli archeologi nel 2008 e a cui Hirst si è interessato finanziando le delicate operazioni di recupero e di restauro.

hirst venezia 3In realtà, com’è volutamente evidente da subito, tutti gli oggetti sono stati realizzati da Hirst, mescolando materiali antichi e contemporanei, come busti di divinità greche e statue di Topolino. Conclude l’esposizione il colossale Demon whit Bowl: la statua in finto bronzo (in realtà è resina dipinta) alta quasi 18 metri e raffigurante un demone monumentale senza testa.

hirst venezia 1L’opera è un gioco, una critica al mondo dell’arte e un’apoteosi della bugia: come ha detto lo stesso Hirst, «tutto sta in quel che volete credere».

 

Fotografie: Francesca Grazioli

Articolo scritto da:
Francesca Grazioli

Francesca Grazioli

Nata a Milano nel 1985, nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in Marketing e comunicazione d'impresa presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista, dal 2014 è una tra i primi collaboratori di Arte Rivista.
TI POTREBBE INTERESSARE
  • 685
    Arte Rivista – Pietrasanta Botero, Mitoraj, Franca Pisani, Atchugarry e tanti altri: sono 24 gli artisti internazionali che hanno messo a disposizione le loro opere per l’a
  • miart
    Arte Rivista, Milano Miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano, quest’anno si farà, ma non nella forma a cui eravamo abituati: l’edizione 2020,
  • La-barca-di-Banksy-per-i-migranti
    Arte Rivista, Valencia L’artista e writer inglese Banksy, considerato uno dei maggiori esponenti della street art e la cui vera identità rimane ancora sconosciuta, ha deciso