17 novembre 2015
CATEGORIA: CuriositArte

Peace for Paris – Jean Jullien

peace-for-paris-Jean-Jullien

Impossibile non parlare di come un’illustrazione diventi simbolo di un pensiero.

Una Tour Eiffèl fusa al simbolo della pace, che ha fatto il giro di tutti i media internazionali, diventando la bandiera sotto la quale si sono unite tutte le persone solidali con i terribili avvenimenti avvenuti a Parigi la notte del 13 novembre 2015.

peace for paris

Immagine creata dal trentaduenne illustratore francese Jean Jullien, che vive a Londra, già creatore di una delle più importanti immagini di solidarietà per Charlie Hebdo, subito affidata alla condivisione attraverso i canali di Twitter, Instagram e Facebook ed istantaneamente diventata virale.

je suis charlie

Dopo aver condiviso spontaneamente questa opera in onore della sua città, lo stesso autore in un’intervista rilasciata al Times dichiara che in una situazione del genere non riesce ad essere per nulla felice del successo ricevuto dalla sua opera se non per la funzione di aggregazione sociale che è riuscita ad ottenere, unendo sotto la stessa bandiera di solidarietà gente da tutto il mondo.

 

Articolo scritto da:
Primo Vanadia

Primo Vanadia

Nato a Palermo, appena finito il liceo si trasferisce a Milano, studi nell'ambito delle comunicazione e della pubblicità. Fotografo, content media manager ed aspirante giornalista. Fonda Arte Rivista nel 2014, qualcosa sta cambiando.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:CuriositArte
  • 0.Museum-of-the-Moon-at-Tombees-de-la-nuit-Rennes-561x420
    Arte Rivista, Milano È stato esposto in musei e piazze di tutto il mondo, tra cui Francia, Regno Unito, India e Cina. Ora, il progetto itinerante Museum of the Moon dell’art
  • 3
    Arterivista, Tokyo Non c’è solo l’ascesa al trono dell’imperatore Naruhito tra le grandi novità del Paese del Sol Levante. Una delle icone assolute dell’arte nipponica è
  • Artonauti-Botticelli-696x540
    Arte Rivista, Milano Non solo calciatori: gli album di figurine ripartono da Giotto e van Gogh. Si chiama Artonauti. Le figurine dell’arte ed è atteso in edicola a partire dal p