1 luglio 2020

Obey, la grande mostra a Palazzo Ducale di Genova

obey

Arte Rivista – Genova

Dal 4 luglio e fino al prossimo 1 novembre Palazzo Ducale di Genova dedica un’antologica a Obey, il celebre street artist statunitense.

La mostra, curata da Gianluca Marziani e Stefano Antonelli, si intitola Obey fidelity. The art of Shepard Fairey ed è una raccolta delle opere più rappresentative dell’artista statunitense, classe 1970. Tra le opere in mostra alcune immagini iconiche, come la celeberrima Hope in cui Obey raffigurò, nel 2008, il futuro Presidente degli Stati Uniti, Barak Obama. Il ritratto divenne talmente famoso da entrare a far parte della collezione permanente della National Gallery di Washington.

La donna, l’ambiente, la pace, la cultura: sono questi i quattro pilastri della mostra quasi monumentale dedicata a un interprete dei linguaggi metropolitani che ha sempre avuto un ruolo nel dibattito in riferimento alle grandi questioni, dal tema razziale al pacifismo, fino all’ecologia.

Nel percorso espositivo ci sono anche serigrafie e litografie (provenienti da collezioni private) a sfondo politico e sociale, come We the people – defend dignity, una grafica politica in risposta diretta al sentimento xenofobo, razzista e anti-immigrati che contraddistingue la presidenza Trump.

Articolo scritto da:
Francesca Grazioli

Francesca Grazioli

Nata a Milano nel 1985, nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in Marketing e comunicazione d'impresa presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista, dal 2014 è una tra i primi collaboratori di Arte Rivista.
TI POTREBBE INTERESSARE
  • unnamed
    Arte Rivista – Milano Sta per approdare a Milano la mostra immersiva “Frida Kahlo – Il caos dentro”, un percorso sensoriale che, con il supporto della tecnologia, dà l
  • 1022A587-18DE-4D47-A16C-4A176625106F
    Arte Rivista – New York Oggi, domenica 31 Maggio 2020 si è spento l’artista Christo Jadimirov Javacheff. Meglio noto come Christo, passato a miglior vita nella tranquillit
  • covid19
    Arte Rivista – Palermo La pandemia che sta sconvolgendo il ventunesimo secolo non vede il silenzio degli artisti, ma anzi la loro mobilitazione. AiWeiwei, artista cinese di i