25 gennaio 2016
CATEGORIA: Cinema

myFrenchFilmFestival: il Festival d’oltralpe a portata di click

12630692_10206175234522727_800001159_o

Arte Rivista – In Rete

Giunto alla sua sesta edizione, my French Film Festival torna a deliziare gli internauti cinefili di tutto il mondo con una fresca e ricca programmazione di titoli d’oltralpe (ma non solo).

Dal 18 gennaio fino al 18 febbraio 2016 sarà difatti possibile accedere ad una vasta scelta di titoli inediti, e non, attraverso il portale myFrenchFilmFestival.com ed altre piattaforme partner (tra cui iTunes in 90 paesi). I film saranno inoltre diffusi per tutto l’anno corrente da diverse compagnie aeree e proiettati in sale cinematografiche secondo luoghi e orari consultabili sul sito ufficiale del festival.

12636921_10206175233402699_217150216_o

20 i titoli (di cui 10 corti e 10 lunghi) che compongono una selezione organizzata secondo specifiche tematiche e volta ad accontentare i gusti di ogni spettatore.

Si passa dal romanticismo della sezione French Kiss (Al tre, noi si va di Jérôme Bonnell; La Bella stagione di Catherine Corsini; I Castelli di Sabbia di Olivier Jahan) alla violenza e brutalità di In Your Face (Alleluia di Fabrice du Welz; Un Francese di Diastème), dalla comédie di Paris Comedy (20 anni di meno di David Moreau; Caprice di Emmanuel Mouret; Appuntamento al buio di Clovis Cornillac), alle indagini di Crime Scene (L’affare SK1 di Frédéric Tellier; Canicola di Raphaël Jacoulot) e ancora l’immaginario visivo di Animation (U cerca D di Marina Moshkova; Il pasto domenicale di Céline Devaux; Ultima porta a sud di Sacha Feiner), gli scontri generazionali di Lost Generation (Il Vagabondo di Peter Dourountzis; Prova a morire giovane di Morgan Simon) fino alla sezione, tutta al femminile, di Women’s Tales (A Terra di Alexis Michalik; L’Estate di Sarah di Emma Benestan; La giovinezza dei lupi mannari di Yann Delattre; La Fine della dragone di Marina Diaby; Le ragazze di Alice Douard).

12596839_10206175233202694_1432313891_o

Ad arricchire ulteriormente la selezione, 5 titoli fuori concorso tra cui due cine-documentari per la sezione Cinema, Cinemas (Registe/i di Julie Gayet e Mathieu Busson; French Cinema mon Amour di Anne-Solen Douguet e Damien Cabrespines), due film québécois in partenariato con  Telefilm Canada (Henri Henri di Martin Talbot; Che vita di merda di François Jaros) e la versione restaurata del grande capolavoro noir di Louis Malle, Ascensore per il patibolo.

Al termine del festival saranno consegnati come da tradizione il Premio Lacoste del Pubblico (aggiudicato sul conteggio dei voti rilasciati dagli internauti alle loro opere preferite), il Premio della Stampa Internazionale ed infine il Premio Chopard dei Cineasti la cui giuria vanta per la sua sesta edizione nomi d’eccellenza; da Nicolas Winding Refn, presidente della Giuria, a Felix Van Groeningen (Alabama Monroe), Marjane Satrapi (Persépolis), Valérie Donzelli (Marguerite et Julien) e David Robert Mitchell (It Follows).

La visione dei cortometraggi sarà gratuita in tutti i paesi del mondo mentre le tariffe in vigore saranno di 1,99€ per il noleggio di un lungometraggio e 5,99€ per l’accesso a tutti i film disponibili (ad esclusione di Francia America latina, India, Polonia, Russia, Africa e Romania).

myFrenchFilmFestival – 6th edition – official trailer from Unifrance Films on Vimeo.

Articolo scritto da:
Alex Zambernardi

Alex Zambernardi

Nato a Magenta nel lontano 1991, nel 2015, conclusa una triennale nell'ambito della comunicazione, sopraffatto dalla passione cinefila intraprende la laurea magistrale in Cinema e Media presso l’Università degli Studi di Torino. Su Arte Rivista si occuperà di raccontare il meraviglioso mondo della settima arte.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Cinema
  • download
    Arte Rivista – Milano Tempi duri per il mondo del cinema con le sale chiuse e le riprese bloccate causa coronavirus ormai da mesi in tutto il mondo. Alcune case di produzione
  • Disney_286x424-1
    ArteRivista – Milano Al Mudec di Milano arriva la mostra “Disney: l’arte di raccontare storie”, dal 19 febbraio al 13 settembre, che raccoglierà gli intramonta
  • frida-viva-la-vida
    Arte Rivista – Milano Torna La Grande Arte al Cinema di Nexo Digital con un nuovo documentario dedicato a Frida Khalo, con la voce narrante di Asia Argento e la colonna sonor