3 dicembre 2015
CATEGORIA: Cinema

La Isla Minima di Alberto Rodriguez

la isla minima ita

Arte Rivista – Torino

Settembre 1980, in un piccolo villaggio andaluso sulle rive del Guadalquivir, due poliziotti investigano sulla misteriosa scomparsa di due sorelle durante i festeggiamenti di una ricorrenza locale. Quando un uomo, ebbro ed armato di fucile, si presenterà in piena notte nella hall del loro hotel, reclamando giustizia per la donna amata e ormai scomparsa, verrà fatta luce su una lunga e celata sequenza di sparizioni.

Il genere filmico del Thriller classico, misto al Noir, consente al regista Alberto Rodriguez (regista dei nominati al Premio Goya come Miglior Film, 7 vírgenes e Grupo 7) di creare una narrazione coinvolgente intrecciata a filoni sociali e politici che tramite il ritratto di una piccola ed isolata comunità del sud della Spagna, denunciano le problematiche di un’intera società contemporanea.

12318378_10205864971126336_540525709_o

Siamo nel pieno della transizione storica dalla dittatura alla democrazia (e questo emerge fin dalle prime immagini, con un crocifisso adornato con le immagini di Hitler e Franco) e le identità e i valori sono smarriti; non crea sconcerto la scomparsa di due ragazze (che si rivelano essere inoltre le ultime di una lunga serie) ed ambigua è anche la distinzione tra criminali e forze di polizia.

Questa sorta di ambivalenza emerge chiaramente poi nelle figure dei due protagonisti chiamati a far luce sul mistero. Da una parte abbiamo Juan (Javier Gutierrez), ex-membro della polizia segreta al servizio della dittatura e dai metodi rigiri e severi; dall’altra Pedro (interpretato da Raul Arevalo) un giovane e trasparente idealista di sinistra mosso dall’idea di Giustizia e prossimo a diventare padre di famiglia.

Emerge come la vera anima de La Isla Minima non risieda tanto in una narrazione piuttosto lineare, per quanto ricca di sotto-trame e red herrings, quanto in quel conflitto sociale e culturale (tra sciacallaggio giornalistico e fedeltà al vecchio regime, in contrasto con l’odierna spinta democratizzante) che fa da sfondo ed ostacola le indagini dei due protagonisti.

12343399_10205864983366642_1831600002_o

Forse influenzato da produzioni americane (ai più verrà spontaneo il ricordo della prima stagione della serie HBO True Detective, per la tipologia di narrazione e i tratteggi degli stessi protagonisti) la cinematografia di Alex Catalán ci accompagna nei desolati paesaggi ispanici dell’Andalusia, tra risaie e paludi, con una calibratura che non ha nulla da invidiare ai colleghi hollywoodiani.

Vincitore di 10 Premi Goya, tra cui quello per Miglior Film, Migliore Sceneggiatura e Miglior Regia, La Isla Minima di Alberto Rodríguez Librero sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal prossimo 3 Dicembre.

Articolo scritto da:
Alex Zambernardi

Alex Zambernardi

Nato a Magenta nel lontano 1991, nel 2015, conclusa una triennale nell'ambito della comunicazione, sopraffatto dalla passione cinefila intraprende la laurea magistrale in Cinema e Media presso l’Università degli Studi di Torino. Su Arte Rivista si occuperà di raccontare il meraviglioso mondo della settima arte.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Cinema
  • download
    Arte Rivista – Milano Tempi duri per il mondo del cinema con le sale chiuse e le riprese bloccate causa coronavirus ormai da mesi in tutto il mondo. Alcune case di produzione
  • Disney_286x424-1
    ArteRivista – Milano Al Mudec di Milano arriva la mostra “Disney: l’arte di raccontare storie”, dal 19 febbraio al 13 settembre, che raccoglierà gli intramonta
  • frida-viva-la-vida
    Arte Rivista – Milano Torna La Grande Arte al Cinema di Nexo Digital con un nuovo documentario dedicato a Frida Khalo, con la voce narrante di Asia Argento e la colonna sonor