22 dicembre 2016
CATEGORIA: Arte Italiana

Arnaldo Pomodoro a Palazzo Reale

Arnaldo Pomodoro, Le battaglie, 1995 fiberglass con polvere di grafite, 320 x 1200 x 65 cm (foto Dario Tettamanzi) una delle opere iesposte in occasione della grande mostra in onore allestita a Palazzo Reale dal 30 novembre al 5 febbraio in onore di Amaldo Pomodoro, Roma, 20 Novembre 2016. ANSA/ US



+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++ +++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Arte Rivista – Lo sappiamo tutti che ormai i tempi sono maturi solo per cominciare a far regali e ad appendere le palline agli abeti, ma senza dubbio passeggiando con i sacchetti satinati della Rinascente non avrete potuto fare a meno di notare dei luccichii in Piazzetta Reale. Ebbene, che succede? Accade che il maestro Arnaldo Pomodoro quest’anno per i suoi novant’anni si merita un regalo degno di nota.

lartista-arnaldo-pomodoro-e-lopera-disco-foto-di-andrea-cabiale

Nel 2016 un sondaggio ha rilevato che tra le opere d’arte in cui i cittadini milanesi riconoscevano la propria identità-città ne presenziava una di Pomodoro e dunque quale miglior città potrebbe augurargli “buon compleanno”?

Un percorso a tappe per le strade di Milano rende omaggio all’artista a partire appunto dalla Piazzetta Reale con The Pietrarubbia Group, un’opera ambientale composta da sei elementi realizzati dal ’75 al 2015, legandosi immancabilmente alle origini di Pomodoro. La visita può continuare alla Triennale, alla Fondazione Arnaldo Pomodoro e al Museo Poldi Pezzoli con la Sala delle Armi dedicata alla passione di Pomodoro per il teatro.

Arnaldo Pomodoro, Le battaglie, 1995 fiberglass con polvere di grafite, 320 x 1200 x 65 cm (foto Dario Tettamanzi) una delle opere iesposte in occasione della grande mostra in onore allestita a Palazzo Reale dal 30 novembre al 5 febbraio in onore di Amaldo Pomodoro, Roma, 20 Novembre 2016. ANSA/ US +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++ +++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Il cuore di tutta l’iniziativa rimane però l’incanto dell’esposizione a Palazzo Reale, nel fascino drammatico e senza tempo della Sala delle Cariatidi. L’allestimento è essenziale, ma il risultato è fuori dagli schemi: un fascio di luce investe gli occhi, superfici lucenti si stagliano nella penombra della sala, in una danza tra antico e contemporaneo che non avverte il passare del tempo. L’ambientazione e l’opera del maestro stridono a tal punto da innamorarsi.

Il talento della curatrice Ada Masoero  e le scelte adoperate da Pomodoro stesso permettono allo spettatore di toccare con mano il percorso artistico e di vita dell’artista dal 1955 ad oggi, costellato dai suoi capisaldi.

Inevitabile è sentirsi quasi invisibili di fronte alle dimensioni che ci troviamo di fronte, soprattutto giunti al fondo della sala, dinnanzi all’imponente rilievo “Le battaglie”.

Il progetto è completato da un itinerario artistico che collega più punti della città, da Piazza Meda, Largo Greppi, all’ingresso al Labirinto costruito nei sotterranei di via Solari 35.

labirinto

Durante il periodo della mostra a Palazzo Reale è possibile visitare virtualmente il Labirinto, attraverso un’esperienza multisensoriale progettata nella Sala degli Arazzi.

Articolo scritto da:
Vanessa Martinoli

Vanessa Martinoli

Con la passione per il colore dal 1994, tra Varese e Milano trova l'habitat ideale dove coltivare la scrittura e la passione per l'arte in ogni sua forma. Laureanda in Lettere moderne non smette di credere in un futuro professionale costellato di vernissage e carta stampata.
TI POTREBBE INTERESSARE
CATEGORIA:Arte Italiana
  • De-Pisis-Museo-Novecento
    Arte Rivista – Milano Il Museo del Novecento dedica un’ampia retrospettiva all’artista ferrarese Filippo de Pisis, una figura di grande rilievo del Novecento italiano e u
  • rJtYCxOxE_land_main_image_-main-
    Arte Rivista – Mantova A Mantova due mostre, in due diverse sedi espositive, celebrano l’arte e il genio di Giulio Romano, il più talentuoso degli allievi di Raffaello
  • 0
    Arte Rivista – Livorno A 100 anni esatti dalla morte di Amedeo Modigliani, Livorno, sua città natale, lo celebra con una mostra. “Modigliani e l’avventura di Mon